Agricoltore e manager: solo uno su tre. Il rapporto di Agri 2000

Un’indagine su un campione di 400 imprenditori agricoli “manageriali”, rappresentativi delle imprese che hanno maggior futuro competitivo: la sta realizzando Agri 2000, società bolognese presieduta da Camillo Gardini.

Giovedì 8 novembre, a Bologna (ore 15 in fiera, sala Topazio), nell’ambito di Eima, i risultati dell’indagine saranno presentati nell’ambito del 6° Rapporto dell’Osservatorio sull’innovazione nelle imprese agricole.

Si tratta – spiega Gardini – di un’indagine mediante interviste a imprenditori agricoli manageriali, categoria introdotta da Agri 2000 nell’edizione 2011 dell’Osservatorio per definire gli agricoltori che dedicano almeno il 30% del loro tempo lavoro ad attività non strettamente connesse al processo produttivo, ma orientate all’organizzazione e gestione dell’azienda e al mercato. Il Rapporto dell’Osservatorio di Agri 2000 del 2012 approfondirà la conoscenza di questa tipologia di imprenditori, che rappresentano circa il 30% delle aziende agricole italiane, non solamente di grandi dimensioni, ma circa il 70% del valore della produzione. L’indagine è realizzata in questi giorni e terminerà il 5 novembre. I dati presentati saranno dunque inediti e attualissimi”.

Dal questionario già emergono alcuni aspetti: gli imprenditori manageriali non operano tutti allo stesso modo ma seguono orientamenti strategici differenti, più diretti alla gestione dei processi aziendali, in un caso, più alla costruzione del mercato, nell’altro. Ciò che li accomuna è la capacità di orientare una parte significativa del loro tempo lavoro ad attività in grado di accrescere l’efficienza dei processi e il valore aggiunto della produzione.

Uno dei focus del Rapporto 2012 ruota attorno all’agricoltura sostenibile e al modo in cui gli imprenditori la interpretano e cercano di comunicarne i benefici al mercato.

Alla presentazione del 6° Rapporto parteciperanno Massimo Goldoni (presidente Unacoma), Ciro Lazzarin (Agri 2000), gli imprenditori Natalino Gallo e Enrico Dall’Olio, Alberto Dezza (vicepresidente Agrofarma), Claudio Gamberini (Conad), Stefano Berni (Consorzio Grana Padano).

I dati del 6° Rapporto dell’Osservatorio saranno a disposizione di tutti gli operatori della filiera per una crescita del settore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *