A Bertinoro l’incontro con la guida spirituale della comunità senegalese in Italia, il Marabout Serigne Mame Mor Mbackè

Un nuovo passo in direzione dell’integrazione tra i popoli e del dialogo tra culture è stato compiuto lunedì a Bertinoro, dove è avvenuto l’incontro con una delle più alte autorità religiose del Senegal, il “Marabout” della confraternità islamica dei Mourid, Serigne Mame Mor Mbacké, in visita ufficiale a diverse Comunità senegalesi residenti in Italia.

«Questa visita – spiega il direttore di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini – è nata dall’interesse della delegazione alle attività interculturali avviate nel corso della seconda edizione della Settimana del Buon Vivere che quest’anno sfoceranno in ulteriori iniziative di dialogo e di apertura con molti Paesi, non solo europei, i cui cittadini migranti risiedono e lavorano nella nostra Comunità. Finalità fare conoscere la nostra terra, il suo livello di coesione e creare opportunità di conoscenza, di scambio e di internazionalizzazione».
Serigne Mor Mbacké parteciperà ad un evento di stampo internazionale sul dialogo interreligioso che avrà luogo nel corso della prossima Settimana del Buon Vivere, a fine settembre di quest’anno. La missione in Romagna della delegazione è stata coordinata dalla cooperativa CIM onlus, impresa di giovani che si occupa di progetti di cooperazione decentrata con il Senegal, supportando le idee progettuali delle associazioni dei migranti senegalesi.
A ricevere la delegazione – che comprendeva anche il Ministro dei senegalesi all’estero e il Console generale del Senegal in Italia – c’erano il Sindaco di Bertinoro Nevio Zaccarelli, il direttore di Legacoop Forlì-Cesena Monica Fantini, il vicepresidente della Provincia con delega al Welfare Guglielmo Russo, il direttore del CEUB Giampaolo Amadori. Al seguito del Marabout anche una rappresentanza del mondo economico e culturale di Dakar e due troupe di Radiodiffusion Télévision Sénégalaise (RTS), la televisione nazionale del Senegal, che ha realizzato un’ampia copertura dell’evento.
Serigne Mor Mbacké è uno dei padri spirituali dei Mourid, confraternita islamica che pone uno spiccato accento sull’amore, la tolleranza, la pace fra i popoli, il lavoro e la cultura. Si stima che appartengano ai Mourid circa due terzi degli oltre ottantamila cittadini del Senegal presenti in Italia (10mila in Emilia-Romagna), mentre in patria sono più di un terzo coloro che professano tale religione. Il capo religioso è arrivato in Emilia Romagna in questa settimana di giugno per la consueta giornata di dialogo interreligioso organizzato dall’associazione Cheikh Ahmadou Bamba Emilia Romagna Marche nel quale il capo religioso incontra la comunità senegalese a Rimini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *